Francesco Bevilacqua

bevilacqualam12

Ama definirsi “cercatore di luoghi perduti, sciamano culturale, membro dell’ordine pedestre dei camminatori erranti.”

Dalla biografia da lui stesso scritta riportiamo: “Ha scritto diciannove libri principali. Quattordici li ha dedicati all’esplorazione ed alla scoperta dei parchi, del viaggio, del paesaggio, delle bellezze naturali calabresi e sulla loro percezione in narratori e viaggiatori. Altri tre li ha destinati al rapporto tra uomo e natura. Uno è un racconto di viaggio sulle orme del britannico Norman Douglas. Un altro è il commento a cento libri per conoscere la Calabria proposti per la lettura. Avvocato civilista ed amministrativista di professione, camminatore, scrittore, giornalista e fotografo naturalista per passione, Francesco Bevilacqua è stato ed è attivo nel volontariato ambientalista con le maggiori associazioni del settore (F.A.I, C.A.I., W.W.F., Italia Nostra).  Ma la sua vera passione è vagabondare e sperdersi, con le gambe e con la mente, per monti e valli della Calabria, dove – dice – sono le sue radici e, prima o poi, assumerà le sembianze di un albero, fermandosi nel luogo che, dopo tanto errare, sarà la sua ultima e definitiva dimora.”

A Gutenberg 14 porta “Lettere Meridiane. Cento libri per conoscere la Calabria” pubblicato da Rubbettino nel 2015.

Francesco Bevilacqua

Ama definirsi “cercatore di luoghi perduti, sciamano culturale, membro dell’ordine pedestre dei camminatori erranti.” Dalla biografia da lui stesso scritta riportiamo: “Ha […]

Seguici anche su

Facebook
Facebook
Twitter
YouTube
YouTube
Instagram
SOCIALICON